Ricostruiamo Castelnuovo

Un pezzo di Firenze all’Aquila

riprendiamo dal Corriere Fiorentino – Filippo Bernardi

È un pezzo di Firenze giovane, fatto da circa 200 studenti di Architettura che in questi ultimi mesi si sono spesso alzati alle 5 di mattina per raggiungere Castelnuovo, frazione di San Pio delle Camere: tra poco consegneranno i progetti

C’è un piccolo pezzo di Firenze che da mesi, in silenzio, lavora per l’Abruzzo. Fa sopralluoghi, progetta case, parla con i terremotati e pianifica la ricostruzione. È un pezzo di Firenze giovane, fatto da circa 200 studenti di Architettura che in questi ultimi mesi si sono spesso alzati alle 5 di mattina per raggiungere Castelnuovo, frazione di San Pio delle Camere, 20 chilometri da L’Aquila. Un borgo di 200 abitanti (500 nei periodi di festa) letteralmente cancellato nella notte del 6 aprile 2009 e presto dimenticato insieme ai suoi sfollati e alle sue sei vittime. Entro la fine dell’anno accademico, gli allievi di quattro corsi del Tad (dipartimento di Tecnologie dell’Archiettura e Design) consegneranno al paese distrutto i progetti di intervento e gli studi condotti sotto la guida dei propri professori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *